Ad Agrigento si gioca? Organizziamoci e giochiamo --> GiocAGrigento!

12 settembre 2012

O zoo le mio


O zoo le mio, dato il titolo puoi avvicinarti a sto gioco solo con qualche remora.
Ti aspetti la fregatura sotto ogni puzzillo e dietro ogni tessera, ma se riesci a superare l'impatto iniziale e riesci ad ignorare quella vocina che ripete con insistenza nella tua testa: "Non lo giocare!". Allora riuscirete ad avere una buona esperienza di gioco.
In O zoo le mio c'è un'asta dietro l'altra per aggiudicarsi delle tessere, le tessere vinte devono essere piazzate nel proprio zoo facendo combaciare le strade e sfruttando il piazzamento si cerca di ottenere il maggior numero di stelle dello stesso colore, adiacenti tra loro. Chi ha più stelle di un colore attira i turisti di quel colore e, se riesce a mantenerli nel proprio zoo, alla fine del round guadagna dei punti.
Altri punti per chi ha più alberi di tutti nel proprio zoo e ancora punti per chi ha le panchine, che si ottengono creando un'area chiusa da strade.
Semplice e lineare, quasi un astratto. Le tessere non sono bellissime e confondono un po' a guardarle, il gioco è veloce e piacevole.
1 Max
2 Laura
3 Gioacchino
4 Rita
Rita l'ha sottovalutato dall'inizio alla fine e ci ha lasciato spazio per giocare in tranquillità, alla fine della partita se n'è resa conto. Gioacchino forse non ha investito sulle tessere giuste e non ha avuto abbastanza soldi da spendere nella tessera che gli avrebbe concesso la maggioranza sugli alberi, perderla gli ha fatto perdere la partita (dopo quello che c'aveva speso!). Laura investiva i suoi soldi solo ed esclusivamente nelle tessere che voleva, ignorando tutte le altre aste, così aveva tanti soldi a disposizione quando le servivano. Forse ha comprato poche tessere?
Io inizio lento, al quarto turno compro un botto di tessere, le piazzo bene e faccio ben 40 punti, al quinto turno non avevo la forza di vincere nessuna asta, ma mi hanno rosicchiato pochi punti e ho vinto lo stesso.
Ognuno ha applicato la sua strategia e s'è divertito, i due aspetti più importanti del gioco da tavolo, ... oltre alla compagnia!