Ad Agrigento si gioca? Organizziamoci e giochiamo --> GiocAGrigento!

16 dicembre 2009

Top vergognescion

I conigli lo fanno già in modo superbo ... io nel mio piccolo ho voluto dare un'occhiata alle notizie che più mi fanno pensare che qualche cosa non va!

Qualche cosa non va in Sicilia
Nonna a 28 anni, trisnonna a 68: le solite storie siciliane di mamme fin troppo "giovani"
Sicurezza in città, per i catanesi 9 commercianti su 10 pagano il pizzo: scommetto che chiunque ha pensato di aprire un negozio ha messo nel bilancio anche il pizzo ... poi magari ha rinunciato. Io ho fatto entrambe le cose.

Qualche cosa non va in Italia
Fiamme Gialle contro il caro-pasta: ma i beni di consumo primari non sono costantemente controllati? naaaa, è più facile controllare e punire gli errori di chi può solo commettere errori nelle sue dichiarazioni dei redditi
La crisi impoverisce le famiglie ricchezza -1,9% in due anni: l'articolo parla della crisi, io penso sempre più spesso che la causa sia da imputare ai contratti a progetto ... che per me sono iniziati prima della cosiddetta "crisi"

Qualche cosa non va nel mondo della tecnologia
Australia, sarà una muraglia digitale?
Web, tutti i "filtri" del mondo Il progetto Italia lontano dall'Europa
pare che tutti, anche chi ha la parola "libertà" nel nome, siano tentati di porre dei limiti alla libertà di leggere e di scrivere sul web ... insomma alla libertà di parola e di opinione, una cosuccia da nulla.

Infine una TOP INSPIRESCION, perché non è giusto notare solo le cose negative
Il negozio dove è tutto gratis
un posto dove non si può comprare nulla perché nulla è in vendita: tutto si può prendere gratuitamente, a patto che vi sia utile. E' un concetto sovversivo ... e in Italia?

15 dicembre 2009

Tutti regalano sul web

Qualche tempo fa ogni blog aveva il suo spazietto dedicato alle donazioni, qualcuno chiedeva un caffè, altri una birra, più o meno tutti utilizzando paypal. Tutti mostravano con una cortesia particolare: a metà tra l'amicizia e la questua.
Oggi assistiamo all'inversione di tendenza: sono tutti impazziti per i regali! Tutti ne fanno: dai blog più seguiti a quelli più "sfasulati". E regalano di tutto: dai regali più piccoli ed insignificanti (e secondo me più preziosi) a quelli più griffati.
Le parole chiave per questo delirio contagioso sono "blog candy" e "giveaway", ne troverete davvero tanti, tra scaduti, in corso e programmati.
La traduzione giveaway è "dar via", mi sfugge quella di blog candy ... poco importa: a caval donato non si guarda in bocca!!

Dicevo, tutti regalano di tutto, mia moglie compresa. Anche lei è stata contagiata dalla voglia di regalare qualche cosa attraverso il suo blog ed ha voluto realizzare un indovinello (inventato da me) per rendere più giocosa la partecipazione che altrimenti, normalmente, rimane nei (poco stimolanti) termini di
- commento il post del giveaway
- faccio un post di segnalazione della regalìa
- attendo la scadenza e l'estrazione
Emozionante quanto il bingo! (voi vi divertite al bingo? bha)
Solo che si stanno moltiplicando i casi di regali sospetti: si sta passando dal regalare oggetti che realizza il proprietario stesso del blog ad oggetti che vengono da altre fonti.
Insomma sempre più spesso leggo giveaway che sembrano sponsorizzazioni ... delle vere e proprie pubblicità ed i regali altro non sono che campioncini della merce che si sta pubblicizzando.
Niente di male in questo ... solo che sospetto si perderà presto la freschezza e la simpatia dei primi giveaway. Peccato.

30 novembre 2009

I regali di Natale 2009

Mi piace il Natale per l'atmosfera che si crea e soprattutto mi piace sentire mia moglie che intona una cantilena quando vede le lucine intermittenti e non: "albero di Natale, albero di Natale!!". La cosa più bella a Natale è regalare qualche cosa ai propri figli, ma ogni anno è difficile giostrarsi tra i loro desideri e dei regali per lo meno decenti.
Si, perché loro desiderano qualsiasi amenità proposta in televisione, salvo poi snobbarla dopo 3 minuti d'orologio.
Quindi che fare? non ne ho idea.
Quest'anno ci sono pochi soldi e quindi dovrò stare molto attento a non comprare delle ladrate.
Ad esempio ad Alessandra abbiamo regalato da poco un camper per le bambole, è di una sottomarca, ma sotto natale lo stanno vendendo insieme a una bambola e alcuni adesivi delle Winx al triplo del prezzo a cui l'abbiamo preso noi, quello con la bicicletta. Occhio!
Inoltre quest'anno sembra che la tv abbia scoperto i giochi da tavolo: sono apparse in televisione diverse pubblicità su questo tipo di prodotti, tra queste ricordo Monopoly, Hotel e Forza 4x4.
Forza 4x4 è ottimo, ce l'ho ed è carino! Potrete giocare con i vostri bambini addirittura in 4, quindi finalmente il Forza4 diventa un vero e proprio "Gioco per famiglie".
Spendo solo 2 parole su Monopoly e Hotel: per quanto siano carini i componenti (di Hotel) e per quanto ve li ricordate divertenti, io sconsiglio di comprarli ai vostri figli.
C'è di meglio!
Anche all'ipermercato troverete l'economico Scotland Yard (circa 30euro), in cui i vostri ragazzi non saranno in balia di un paio di dadi come succede negli altri due, ma dovranno prendere parte ad una caccia all'uomo. E' un gioco semplice semplice che farà divertire anche voi grandi.
Se volete spendere un po' di più potrete regalare l'ottimo Ticket to ride (circa 40euro), in cui voi e i vostri ragazzi cercherete di costruire un percorso da una città all'altra dell'America o se preferite c'è la versione Europa. Non lasciatevi ingannare dal nome inglese, è un gioco semplice e la lingua non vi infastidirà!
Se invece volete spendere ancora un po' di più potete comprare Tobago (circa 50euro, ma guardate che componenti!!), in cui sarete tutti coinvolti in una divertente caccia al tesoro.
Per le famiglie più numerose invece consiglio Bang! e Semenza/Bohnanza (circa 20euro ciascuno). Nel primo lo sceriffo e i suoi vice dovranno sgominare una banda di fuorilegge e viceversa, nel secondo dovrete seminare sui vostri campi dei fagioli dai nomi astrusi e dovrete ottenere il guadagno più grande tra i vostri vicini.
Insomma le alternative ci sono anche oltre i miei suggerimenti, e sono certo che saprete spendere bene i vostri soldi facendo davvero contenti i vostri figli. La questione è di approccio, quando vi trovate davanti ad un gioco per i vostri bambini non chiedetevi: "il gioco cosa fa?", piuttosto chiedetevi: "cosa farà mio figlio con questo gioco?"

Detto questo, cosa comprerò ai miei figli? Riuscirò a vincere il richiamo della televisione martellante? bho!!
E resisterò alle tentazioni più "eccentriche"? Penso di si, penso proprio che a quelle resisterò!

06 novembre 2009

Il blog del mercoludì

Il gruppo del mercoludì si è organizzato con facebook, quasi da sempre. Ha funzionato e continua a funzionare. Solo che scovare nuovi giocatori non è semplice: vi nascondete nei posti più impensati, siete distratti (ammettetelo) e a volte non gradite facebook.
Proprio per voi ho messo in piedi un blog dedicato esclusivamente agli incontri del mercoludì. Mi sono talmente tanto concentrato su di voi (giocatori che non conosco) che i giocatori che conosco e gli stessi che vengono a giocare regolarmente non ne sapevano nulla del blog!!
E' il momento di cospargersi il capo di cenere e colmare questa lacuna.

In più nel mio blog (questo qua che stai leggendo è il mio blog, che non si dica che non ve l'ho detto) ho messo un ciappettino nella barra laterale, lo trovi in alto a destra, che riporta i titoli dei post del blog del mercoludì.
Quindi siete stati avvertiti tutti. Vecchi e nuovi.

E poi ci sono grandi novità: abbiamo trovato una sede, quindi facciamo un altro passo avanti verso il futuro. Ed è proprio al futuro che stiamo pensando in questi giorni: organizzeremo presto qualche cosa. Stay tuned!

Nel frattempo sappi che puoi trovarci qui in questa bella sede, più o meno tutti i mercoledì!

30 ottobre 2009

Lucca Comics & Games 2009

Proprio in questi giorni si sta svolgendo Lucca Comics & Games.
Come troppo spesso accade non potrò essere li di presenza, come se non bastasse la mia connessione intenet di casa non sta funzionando, quindi sono proprio tagliato fuori.
Pensa che Gioconomicon, come l'anno scorso, ha organizzato lo streaming on line della sala incontri della fiera (programma?). Mi sarei accontentato, ma non avrò nemmeno quello.
Quindi partecipo anche io alla fiera quest'anno: come? con le intenzioni. Metto su' il mio stand virtuale qui su questo blog e offro a voi la possibilità di buttare un occhio sulla più bella fiera dedicata ai fumetti e ai giochi da tavolo.
Guardala tu, poi mi racconterai!

[canale rimosso]

Non pensare che mi arrendo così: dopo mi andrò a cercare i podcast, sempre su gioconomicon!

23 ottobre 2009

Mercoludì 21/10/2009

Serata interessante il Mercoludì di ieri! A parte le tre gradite nuove entrate, Elisa, Eleonora e Salvo, che completavano un parterre prestigioso formato da Massimiliano, Rita, Alberto e me, è stata una giocata all'insegna delle comunicazioni e delle tratte ferroviarie.

Nonostante il senso di smarrimento e di sete dovuti all'assenza di più della metà dell'arredamento dello studio, ma soprattutto del frigorifero con annessi beveraggi, il ghiaccio è stato rotto con un bel giro a Citadels, con la partecipazione di tutti. Dopo una rapida spiegazione di Alberto a Salvo del gioco (per la gioia di Rita :-P), la partita è stata molto combattuta e abbastanza equilibrata fino all'ultimo. Una volta tanto il bersaglio prediletto del ladro non sono stato io! ^^ Durante lo svolgimento i papabili per la vittoria finale in lotta eravamo per lo più Alberto, Max e io. Alla fine l'ho spuntata, un po' di misura ma l'ho spuntata :-D

Dopo ci siamo divisi per una serata all'insegna delle comunicazioni ferroviarie e postali, con me, Elisa, Eleonora e Max alle prese con Thurn and Taxis da un lato, e Alberto, Rita, Salvo che si affrontavano nell'edizione Europa di Ticket to Ride. Dopo un'efficace, rapida ed esauriente spiegazione di Thurn and Taxis da parte di Eleonora, abbiamo aperto le danze tra cocchieri e diligenze. Eleonora ha sostanzialmente dominato un po' per tutta la partita, ed alla fine ha anche vinto, grazie ad un'attenta gestione delle tratte e alla scelta dei piazzamenti delle sue casette-caposaldo. Elisa ha chiuso il gioco piazzandosi seconda, mentre Max e io (ma soprattutto io, che ho chiuso in maniera ignominiosa con
soli 7 punti -.-') cercavamo ancora di capire il gioco e di ottimizzare le strategie. Mi ha fregato il fatto che le casette non piazzate tolgono punti... terrò presente per la prossima volta!

Il gioco personalmente mi ha preso molto, sia come grafica, che come ambientazione che come giocabilità. E' articolato e complesso al punto giusto, anche se forse un po' influenzato dal fattore fortuna nell'estrazione delle località. In ogni caso lo rigiocherei molto volentieri, spero presto!
Mi è rimasta un po' la voglia di provare Ticket to Ride, ma da quel che ho capito ha dinamiche di gioco simili, quindi diciamo che non è in cima alla lista dei miei "desiderata" :-D

Vi attendiamo numerosi per il prossimo incontro!

20 ottobre 2009

5 regole per scrivere un regolamento

Ho trovato queste 5 regole sul blog di Brett J. Gilbert, mi sono piaciute e me le voglio appuntare qui: Le cinque 'C' per scrivere un buon regolamento

1 - Chiaro
Naturalmente è sempre importante scrivere di un gioco con chiarezza, ma per un autore di giochi è imperativo!

2 - Consistente
La consistenza ad alcuni potrebbe sembrare inutile pedanteria (ed effettivamente è vero che per avere un regolamento consistente si deve essere un po' pedanti), ma avere un regolamento inconsistente introduce la possibilità di confusione e di errori per i giocatori: chiamare lo stesso oggetto in due modi diversi genera ambiguità e domande nei giocatori. "Il nome diverso implica differenze semantiche? altrimenti perché avrebbero usato nomi diversi?"
Una parte del lavoro dell'autore di giochi consiste nel trovare un nome alle cose (attività che condivide con gli informatici) e questa è un'attività creativa e appagante. Quindi scegliete attentamente i termini da usare

3 - Conciso
Se userete più parole di quelle che sono effettivamente necessarie, probabilmente introdurrete ripetizioni, ed errori. Sicuramente state aggiungendo qualcosa di inutile, per definizione.
Non mi dilungherei oltre.

4 - Completo
Sicuramente il regolamento dovrebbe contenere tutte le regole del gioco.
Solo che raggiungere la completezza è un compito arduo se non impossibile. Ogni frase, anche nel regolamento più semplice, può generare casi limite per cui sarebbe necessario, per completezza, approfondire, specificare, ... cavillare.
Il compito dell'autore è quello di trovare il giusto compromesso tra "cavillare" e non dire. L'autore dovrebbe essere in grado di riconoscere quando una specifica può essere tralasciata perché i giocatori la interpreteranno correttamente, praticamente è come fare uno 0+numerone a WinForLife!

5 - Coerente
La coerenza è la 'C' più importante perché se il regolamento è coerente, sicuramente è anche completo, conciso, consistente e chiaro! Se il regolamento è coerente allora può essere considerato come un unico pezzo atomico.

e 6 - serve anche l'Eleganza!
Un regolamento elegante sfila sotto gli occhi dei giocatori e crea lo spazio ideale per comunicare come si gioca.

La strada per inventare un buon gioco passa dal suo regolamento, ... ne ho di strada da fare!

(thanks Gil!!)

12 ottobre 2009

Giocate dal vivo: salvate i vaffanculo

In chat con un mio caro amico.

Giuseppe
: ma ti sei intrippatissimo con 'sta cosa (giochi da tavolo n.d.r.) mi ricorda il MUD all'uni
me: noooo, io sono sempre monotematico ed esaltato: lo sono stato per il MUD, per il bonsai, per l'acquario, per Call of duty per Enemy territory e non mi ricordo più le altre cose ... ora ci sono i giochi da tavolo. Però questa mi sta durando anche se cambia e si modifica nel tempo
Giuseppe: senti ma Battlefield 2?
me: purtroppo non è mai entrato nelle mie "passioni" non mi ci sono trovato
Giuseppe: capisco
me: voi ancora vi "vedete"?
Giuseppe: si sempre o quasi
me: io, quando mi sono accorto che passavo troppo tempo a sparacchiare, ho smesso. Mi stava assorbendo troppo e "assorbendo" è un termine letterale visto che tendo a monotematizzarmi, quindi ero letteralmente svuotato di ogni altra idea e pensiero ... una malattia!
Giuseppe: come per i giochi da tavolo allora :P
me: però ammettiamolo: una cosa è passare del tempo con una decina di amici dal vivo, un'altra è avere degli amici dietro lo schermo ... o no?
Giuseppe: si, questo è vero è la cosa che ci diciamo ogni volta che giochiamo che sarebbe bello farcene una dal vivo come una volta
me: infatti, alla fine anche se ci sono Peppe e Domenico a parlare in cuffia stiamo sempre davanti al monitor e l'interazione è sempre mediata, dal vivo invece anche se ogni tanto alzi la testa dal monitor e mandi un vaffanculo a qualcuno, il più delle volte non ti sta cagando perché è impegnato in una azione quindi il vaffanculo si perde nell'aria ... è peccato!!
Aderisci anche tu alla campagna: "giocate dal vivo: salvate i vaffanculo!"

Tutti i mercoledì si gioca dal vivo e possiamo scambiarci qualche amichevole vaffanculo. Non perdere l'occasione.

04 ottobre 2009

Napolitano ha firmato

Napolitano ha firmato la legge sullo scudo fiscale.
Ha detto: "Nella Costituzione c'è scritto che il presidente promulga le leggi. Se non firmo oggi il Parlamento vota un'altra volta la stessa legge ed è scritto che a quel punto io sono obbligato a firmare. Questo voi non lo sapete? Se mi dite non firmare, non significa niente".

Il bravo Napolitano ha firmato l'inevitabile, ignorando che il suo gesto sarebbe stato importante anche se soltanto simbolico. Sarebbe stato un richiamo ufficiale, vero e forte. Altro che i discorsetti in cui ha invocato "serietà" e "impegno comune" pronunciati diverse volte senza alcun esito.

Ma il bravo Napolitano che deve fare? può lui mettersi a fare quello che l'opposizione stessa non fa? Quando in parlamento se ne fregano assentandosi nelle votazioni importanti deve rimanere a Napolitano l'onere di fare qualche cosa?
Il bravo Napolitano avrà pensato: "Se ne fregano loro, me ne frego pure io".

E quindi sapete io che faccio?
Faccio come Napolitano: me ne frego!!

29 settembre 2009

Riambientazione di Drakon

Per aiutare con la sua tesi Marco, un nuovo amico conosciuto al MercoLudì, ho riadattato l'ambientazione del gioco Drakon in un mondo fantascientifico basato sui romanzi di Asimov.
L'ambientazione di un gioco fornisce una connessione emotiva con il gioco, significa che i giocatori vengono catapultati nell'ambiente, nell'epoca e nella situazione definita dal gioco. Un tema ben studiato comporta un coinvolgimento maggiore del giocatore e migliora la sua esperienza di gioco. Inoltre tanto più un gioco è aderente ad una ambientazione tanto più viene naturale ai giocatori accettarne il regolamento. Per questo secondo me è particolarmente importante una buona ambientazione.

Drakon ha una ambientazione fantasy: c'è un drago e c'è un labirinto. Ma soprattutto c'è la magia che consente ai giocatori di distruggere pezzi di labirinto, di sostituirli, di spostarli e di fare tante altre cose.
Quello che ho cercato di fare è stato di ottenere la trasposizione completa del gioco in una ambientazione sci-fi credibile e godibile.
Oltre a questo mi sono permesso di apportare qualche modifica al gioco originale, non perché non fosse già bello, ma perché mi sembrerebbe sterile lasciarlo completamente immutato, nel seguito di questo post troverete evidenziate le differenze col regolamento originale.
Oggi vi presento quello che ho fatto e vi sarò grato se vorrete darmi il vostro parere.

Titolo: La ricerca della terra
Golan Trevize vi ha mandati sul pianeta Comporellen a cercare le coordinate della Terra, il leggendario pianeta d'origine dell'umanità.
La struttura stessa del pianeta Comporellen è un ipercubo reso instabile da eventi passati da parecchi eoni, quindi entrare in determinate locazioni può provocare una distorsione della materia stessa ed una modifica del pianeta: sarà possibile teletrasportarsi, certe locazioni verranno distrutte, altre verranno rimpiazzate e altre ancora potranno cambiare la loro posizione all'interno del pianeta. Gli esploratori più esperti potranno trarre beneficio da questi 'meccanismi', appena avranno imparato a controllarli.
Il vostro compito è quello di esplorare Comporellen e trovare tutti i pezzi della mappa stellare che vi consentiranno di trovare il leggendario pianeta. Trevize ha deciso, giustamente, di premiare con una ricca ricompensa il primo che gli porterà una mappa stellare completa, quindi i vostri amici adesso sono i vostri avversari da battere e non vi risparmieranno i colpi bassi.
Come se non bastassero i problemi che avete già, sul pianeta Comporellen potreste incontrare il ministro dei trasporti Mitza Lizalor che userà tutti i mezzi a sua disposizione per trattenervi, per avere l'occasione impadronirsi della Far Star: la vostra astronave.
Ma adesso non avete tempo da perdere: andate alla ricerca della terra!

Scopo del gioco
In La ricerca della Terra ogni giocatore controlla uno degli esploratori sul pianeta Comporellen. Il primo esploratore che riuscirà a comporre una mappa stellare da 3 pezzi vincerà immediatamente.

Componenti
La dotazione di componenti non cambia rispetto al gioco originale, a parte le monete che sono sostituite da pezzi di mappa stellare e per questi è necessaria una descrizione a parte.
Le tessere non rappresentano più le camere del labirinto, ma sono diventate "locazioni di Comporellen" e sono divise in gruppi contraddistinti da un colore, i gruppi sono "monete", "tessere vuote", "altri effetti", con qualche variazione per movimentare un po' (ovvero qualche moneta potrebbe essere marcata col colore di uno degli altri gruppi, stessa cosa per tessere vuote e per altri effetti), mentre le tessere della psicostoria non appartengono a nessuno dei tre gruppi.

La mappa stellare
Ogni pezzo di mappa stellare è affiancabile ad un altro pezzo, nell'immagine qui sotto c'è una semplificazione di questo concetto e vi chiedo fare lo sforzo di immaginare una grafica adeguata che io non sono capace di realizzare. In pratica si tratta di un piccolo puzzle: il pezzo AB può essere affiancato da un lato al pezzo BC e dall'altro lato al pezzo CA
Un giocatore che dovesse trovare i pezzi come ad esempio indicati in figura avrebbe vinto la partita.

Preparazione del gioco, struttura dei Turni (ovvero piazzamento o movimento) non sono cambiati rispetto al gioco originale.

La miniatura di Lizalor
Lizalor prende esattamente il posto di Drakon e segue le regole del gioco originale.

Variante: gioco a squadre
Nel gioco a squadre i giocatori, minimo 4, giocano in gruppi esattamente come descritto nel regolamento originale, la differenza sta nel fatto che il gruppo deve comporre una mappa stellare di 5 pezzi per vincere, per esempio: BC, CA, AB, BC, CA.

Descrizione delle tessere locazione:
Le tessere locazione, per la maggior parte, non sono cambiate, le elenco qui tutte quante con una breve descrizione riadattata alla nuova ambientazione, evidenziando le novità e riportando il nome che aveva la tessera nel gioco originale.
  • Inizio: Il gioco comincia da questa locazione (non può essere ne distrutta ne rimossa): è il luogo dove sono stati teletrasportati gli esploratori per iniziare la ricerca.
  • Camere vuote: presentano solo i simboli freccia che indicano in che direzione si può uscire.
  • Trova coordinate [trova una moneta]: (In entrata) Prendi una tessera di coordinate a caso
  • Ruba una coordinata a destra [ruba una moneta a destra]: (In entrata) Prendi una coordinata a caso dal giocatore alla tua destra, se ne ha almeno una.
  • Ruba una coordinata a sinistra [ruba una moneta a sinistra]: (In entrata) Prendi una coordinata a caso dal giocatore alla tua sinistra, se ne ha almeno una.
  • Password Universale [chiave universale]: (In uscita) Quando esci da questa stanza, puoi muovere in ogni direzione, anche contro le frecce. (funziona solo per questa stanza).
  • Lizalor [Drakon]: (In entrata) Se giochi la prima tessera, metti il segnalino di Lizalor in una qualsiasi stanza senza esploratori. Se entri in questa stanza, muovi Lizalor fino a 3 stanze ignorando effetti e frecce. Se un esploratore e Lizalor sono fermi nella stessa stanza, l’esploratore perde una delle coordinate a caso e torna alla stanza iniziale. Lizalor NON conta come esploratore per gli effetti delle stanze (non li annulla)
  • Varco dimensionale [fuga]: Appena metti in gioco questa tessera, puoi muoverci il tuo esploratore, indipendentemente dalla direzione delle frecce.
  • Visione limitata [stanza della mappa]: (In entrata) Prendi una tessera a caso dalla mano di un avversario ed aggiungila alla tua mano.
  • Teletrasporto: (In uscita) Quando esci da questa stanza puoi muovere il tuo esploratore in una qualsiasi altra stanza in gioco.
  • Meccanica dell'ipercubo [ruota una stanza]: (In entrata) Ruota una delle locazioni in gioco, anche se vi sono eroi al suo interno, in un qualsiasi modo purché le frecce rimangano legali.
  • Percorso nell'ipercubo [stanza fluttuante]: (In entrata) Puoi muovere questa stanza in un altro punto del labirinto, purché adiacente ad un’altra stanza e con le frecce disposte in modo legale.
  • Distruzione [Distruggi una stanza]: (In entrata) Scegli una stanza che non contenga eroi e rimuovi la tessera dal gioco, mettendola in fondo alla pila.
  • Controllo sull'ipercubo [scambio magico]: (In entrata) Prendi in mano una stanza in gioco senza esploratori, sostituendola con una dalla tua mano, che devi piazzare legalmente.
  • PSICOSTORIA [Controllo mentale]: Entrando su questa stanza devi decidere un colore, tutti gli esploratori a turno, a partire da te stesso dovranno muovere su una stanza con quel colore, soltanto se possono raggiungerla con un unico passo valido. Non possono indicare il colore della tessera psicostoria.
    Se un esploratore può raggiungere più di una locazione del colore scelto, sarà il giocatore che lo controlla a scegliere la destinazione.
  • False informazioni [Arpa magica]: Se si muove (anche per altri effetti) un eroe che è in una stanza con almeno un’uscita valida verso l’Arpa incantata, egli deve obbligatoriamente muovere in questa stanza. E' multicolore ai fini di psicostoria.
  • Depistaggio [vento forte]: (In uscita) Devi muovere il tuo eroe di 2 tessere subendo gli effetti solo dell’ultima stanza. Se non hai il percorso completo non puoi muovere. Se attraversi “Teletrasporto” o “Password Universale”, considera come se avessero frecce in tutte le direzioni non opposte ad altre frecce delle stanze adiacenti. Se muovi per effetto della psicostoria considera solo il colore della tessera in cui arriveresti (non si considera quella che viene saltata).

Qui finisce questo pseudo-regolamento. Aggiungo solo qualche nota:
  • nell'ottica di "esplorazione del pianeta" le tessere locazione che i giocatori hanno in mano corrispondono alla visione che loro hanno del pianeta, per questo avere una tessera in meno è una "limitazione della visione"
  • la struttura dell'ipercubo giustifica gli effetti speciali di rotazione, scambio, distruzione etc etc.
  • La psicostoria è la teoria della "prevedibilità dei comportamenti delle masse mediante formule matematiche". Dovrebbe consentire al giocatore che la applica di scegliere un colore che determini una mossa per tutti e che porti un vantaggio per lui.
E questo è davvero tutto. Credibile? Giocabile? bho ... secondo te?

15 settembre 2009

Novembre rosso

Novembre rosso è un gioco che ha portato Marco ad un mercoludì, l'abbiamo studiato insieme e giocato insieme. E' stato un piacere!
Questa recensione l'avevo scritta per il concorso di giochidatavolo.net, ma purtroppo il gioco era stato già recensito.
Bando alle ciance, eccola.

Ambientazione
L'ambientazione è il piatto forte di questo gioco. Sentirete l'odore della ruggine di cui è interamente fatto il vostro sommergibile: lo vedrete andare in pezzi, ma ve lo aspettate! Il calore del fuoco e il freddo dell'acqua che allaga le sale non vi spaventeranno se sarete attrezzati per affrontarli, al limite potrete sempre fare ricorso alla riserva di grog che il capitano ha lasciato nella sua cabina e troverete il coraggio di fare l'impensabile. Riuscirete tutti insieme (è un gioco collaborativo) a resistere fino all'arrivo dei soccorsi?

Componenti
Da una scatola così piccola non ho mai visto uscire così tanta roba! Davvero complimenti per lo sforzo che è stato fatto! Purtroppo però quasi tutti i componenti risentono negativamente della scelta di ridurre la dimensione della scatola.
La plancia è piccolissima e tende a richiudersi rimanendo con gli angoli sollevati dal tavolo, di conseguenza le pedine che ci stanno poggiate sopra tendono a scivolare via dalle loro posizioni. Il problema si sente soprattutto sui segnalini tempo che hanno delle piccole caselle lungo il bordo del tabellone in cui stare. Certamente anche i tassellini oggetto sarebbero stati più chiari se avessero avuto più spazio a disposizione.
La grafica è carina (anche se costretta agli angusti spazi) ed è perfettamente in tema.

Regolamento
Il regolamento è piuttosto lungo e anche dopo averlo letto avrete dei dubbi, è normale per questo tipo di gioco ed è un problema che può essere superato solo giocando e risolvendo le situazioni che si presenteranno. Nonostante questo non si tratta di un gioco difficile da giocare, di certi cavilli potrete fare a meno, ma con un po' di impegno troverete nel regolamento stesso il modo di risolvere ogni situazione.
Visto che è così ho due notizie, una buona e una cattiva. Quella cattiva è che si possono verificare tanti casi e quindi se non lo giocherete spesso tenderete a dimenticare tutti i cavilli per giocarlo alla perfezione, quella buona è che potete non conoscere a menadito tutti i cavilli per giocare e completare la partita divertendovi.

Cosa ne penso io?
L'ho trovato divertente, in ogni istante c'era qualche catastrofe (incendi, allagamenti, portelloni bloccati) che ci impediva di risolvere problemi più grandi (Guasto ai motori, missili lanciati, etc etc) e il ragionamento concitato sulle varie possibilità era davvero divertente. Il problema è l'ineluttabilità della catastrofe. Per quanto si faccia per risolvere il problema, non riusciremo a salvare il sommergibile, salteranno fuori tanti di quei guasti che ne saremo certamente sopraffatti. Nonostante questo l'ho trovato divertente ... ma senza questo il gioco sarebbe noioso!
Un aspetto importante è che potrete accomodare fino a 8 giocatori e non è un grosso punto a favore!
Purtroppo tutti i vari cavilli che lo compongono e la mia tendenza a dimenticarli sistematicamente non ne fanno un titolo appetibilissimo, ma se avete intenzione di giocarci spesso lo troverete sicuramente divertente.

Se un giorno riuscirete a salvare il sommergibile lo racconterete ai vostri nipoti!!

Incuriosito? possiamo giocarlo insieme uno di questi mercoludì!!

Il mister ha fatto le convocazioni

Stamattina ho ricevuto la mail dall'organizzatore del torneo nazionale ufficiale di Carcassonne, anno 2009. La mail conteneva la convocazione per il finalista selezionato per la Sicilia.
Il nostro Alberto quindi, vincendo il torneo di Catania (unico in Sicilia per quest'anno), si è aggiudicato il premio del torneo (una copia di Coloni di Catan) e il rimborso delle spese di viaggio per andare a Settimo in Gioco a disputare la finale nazionale.
Un onore, una vera fortuna ... capitata a chi però non può coglierla!
Purtroppo il nostro Alberto sarà in viaggio verso altre mete e non potrà andare alla manifestazione.

Ma leggete cosa si perderà a Settimo in gioco il 26 e il 27 settembre!

La convention si svolgerà alle porte di Torino, presso il Complesso della Croce Rossa Italiana Corpo Militare (quartieri EX-TAV), dietro la Cebrosa, in via Consolata 110. La struttura comprende ampio parcheggio gratuito, servizio ristorante / bar (circa 10€ il pranzo completo!) e, in caso di larga richiesta, camere per fermarsi a dormire tra sabato e domenica. Inoltre sarà istituito un servizio navetta gratuito tra la piazza del Comune di Settimo (piazza della Libertà) ed il SETTIMO IN GIOCO!
TORNEO. GIOCHI DA TAVOLO A SQUADRE (20€ A SQUADRA).
Il torneo di giochi da tavolo a squadre vedrà i partecipanti sfidarsi ai seguenti bestsellers: Kingsburg, Chang Cheng, Puerto Rico, Power Grid + Nuove Centrali, Notre Dame, Amytis
La squadra vincitrice si aggiudicherà viaggio e soggiorno a Roma per partecipare all'Italian Masters organizzato dalla Tana dei Goblin. Le squadre saranno composte da 4 persone + 2 eventuali riserve (facoltative).
TORNEO. WIZARDS OF MICKEY (5€ UNDER 12 – 10€ UNDER 15).
Con la collaborazione di Andrea Chiarvesio, organizzeremo il nostro primo torneo di Wizards of Mickey nuovissimo gioco di carte collezionabili basato sul magico mondo di Topolino! Ogni giocatore riceverà un mazzo e 2 buste, che resteranno comunque sue, con cui giocare le sfide del torneo. Ulteriori premi per i vincitori. Oltre al torneo, si terranno numerose dimostrazioni gratuite del gioco. Info www.newmediaonline.it/wom.
TORNEO. MAGIC: L'ADUNANZA (?€).
Il Centro Gioco Educativo di c.so Ferrucci 105 (Torino) organizzerà un torneo di Magic: l'Adunanza. Sfoderate i vostri mazzi e preparatevi a dar battaglia! Info: 011/4386201.
DIMOSTRAZIONI GRATUITE.
AREA AUTOPRODUZIONE.
Con la collaborazione dell'attivissimo Angelo Porazzi (www.warangel.it), anche Settimo in Gioco avrà uno spazio dedicato all'autoproduzione. Scoprite il talento di chi i giochi non solo li inventa, ma se li produce da solo!
LUDOTECA
Gli amici di GiocaTorino(www.giocatorino.it) gestiranno la ludoteca dei giochi da tavolo con la loro consolidata preparazione e disponibilità. Scopri un mondo di giochi che vanno al di là di Risiko e Monopoli: ce n'è per tutti i gusti e tutte le età!
GIOCHI DEI POPOLI
Dama, Scacchi, Othello. Sono solo alcuni dei più famosi giochi astratti che verranno presentati e sarà possibile provare e capire grazie a Luca Cerrato (www.tavolando.net).
GIOCO TRIDIEMENSIONALE
Il gioco tridimensionale verra proposto dal 3M-Torino (http://umdd.altervista.org) con diorami e scenari fantasy e futuristici per miniature.
GIOCHI DI RUOLO
Non poteva mancare l’angolo del Gioco di Ruolo con i Revelsh Blind Beholders, Lords of Dragons e Compagnia del Giannello, dove sarà possibile provare anche avventure da torneo!
MERCATINO, DELL’USATO E NON.
A cura dei Lords of Dragons il mercatino dell'usato vi spetta per liberarvi di vecchie scatole di giochi o terminare la collezione con qualche titolo raro e introvabile….
CENTRO GIOCO EDUCATIVO
Inoltre sarà presente il Centro Gioco Educativo di Corso Ferrucci uno stand dove acquistare giochi nuovi con uno sconto fiera del 10%

Se vi trovate da quelle parti conviene che ci andate!!

06 settembre 2009

Soluzioni inadeguate

Come si capisce l'inadeguatezza di una soluzione?
A volte è molto semplice!!

Tutto questo ad un passo da Corso Italia

28 agosto 2009

Quando gioco con mia moglie

Rita è una brava giocatrice, sono fortunato ad averla sposata ANCHE perché lei gioca!
Molti amici hanno fidanzate o mogli che non giocano e a quanto leggo dalle recensioni su BGG succede anche oltre oceano, non ne capisco il motivo ... ma è così. Non sanno cosa si perdono.
E' un peccato perché in qualche maniera limitano i loro bambinoni (mariti o fidanzati che siano).
Tornando a noi, Rita gioca bene e ha dei gusti decisi.
Ama Carcassonne, odia Dungeoneer, ama Furia di Dracula, odia Dominion. Non so se questo può bastare per capire che tipo di giocatrice sia. C'è da aggiungere che un gioco che non le piace, inizia a non piacerle fin dai primi 10 secondi di spiegazione delle regole o addirittura dall'ambientazione.
Mi fa ridere un sacco quando provo a spiegarle un gioco (di quelli che non le piacciono) e lei inizia a sbadigliare. E' immediato: io inizio a spiegare, lei sbadiglia ... puntuale come un'allergia.
Devo dire che succede spesso con le spiegazioni dei giochi che invento io, ma l'ultima volta è successo con Dominion, e il giudizio (negativo) non s'è fatto attendere.
Con i giochi che le piacciono invece è tutto diverso. E' attenta, precisa e un avversario temibile ... anzi TEMUTO, visto che spessissimo vince lei.
In definitiva ho sposato la donna ideale!
Un'altra volta vi parlerò degli altri giocatori che conosco ... un giorno toccherà anche a te?

27 agosto 2009

Torneo di bang

Il torneo di Bang è stato bello! Eravamo solo 10, ma ci siamo divertiti ugualmente sparacchiando di qua e di la.
"Sceriiiiffoooo neeeessciiiii" era l'urlo di battaglia che apriva le ostilità accompagnando le carte duello e le carte bang, mentre la birra scorreva a fiumi (nella realtà era un po' di meno).
Alle 21 abbiamo decretato i finalisti: Giuseppe, Daniele, Armando e Silvana a cui vanno i nostri complimenti.
Silvana s'è presentata come novellina e ha iniziato a vincere partita dopo partita sorprendendo tutti e sbaragliando sceriffi e fuorilegge indistintamente ... insomma ha creato il panico.
Purtroppo la sua cavalcata verso la vittoria ha incontrato Giuseppe che l'ha inchiodata al secondo posto guadagnandosi il primo posto e la nomina di sceriffo indiscusso di Catania e provincia.
Nel frattempo Armando collezionava sconfitte e cedeva il terzo posto a Daniele, che se siete d'accordo possiamo nominare vice a vita. Ma la vera sorpresa è stata Silvana.

Se volete avere l'onore di sfidarli dovrete partecipare a qualche nostro mercoludì, vi aspettiamo!
Un bang a tutti!


Quasi dimenticavo, Giuseppe ha vinto Keltis, Silvana ha vinto Citadels e Daniele ha vinto un buono di 15 euro offero dal nostro mitico sponsor Games e Comics shop comprando Carcassonne

26 agosto 2009

Piazza Europa è terra di nessuno

Io ci passo spesso passeggiando col mio cane e la vedo peggiorare, un passo dopo l'altro. Oggi ho assistito ad un altro passo, forse un salto stavolta, verso il completo dissesto.Infatti la polizia municipale ha deciso di eliminare l'ultimo pezzo di abitabilità della nostra martoriata piazza: ha sequestrato il chioschetto dei gelati. Probabilmente i motivi sono gravi e giustificano pienamente l'atto, su questo non discuto, anche se ne vorrei sapere di più.
Vorrei parlare di altre due cose.
UNO Era davvero urgente? era davvero la cosa più urgente che Catania aspettava? A me non sembra, e come diceva un altro passante incuriosito come me con cui ho scambiato qualche parola: "loro mancu ci passanu da via Plebiscito".
DUE E poi, certo è solo un chioschetto dei gelati, ma era come un presidio di civiltà in questa piazza abbandonata, circondata solo da attività chiuse, lampioni spenti ed un eroico ristorante cinese ancora aperto (incrocio le dita).
Insomma adesso a piazza Europa non c'è più nessuno. Ci troverete solo i "carusazzi" ... è terra di nessuno. E l'ha fatta la polizia municipale.

Con molta tristezza possiamo solo dire "c'era una volta piazza Europa".

03 agosto 2009

Una bella idea?

L'IDEA è un concorso per idee innovative, in realtà è un acronimo per International Design Excellence Awards (IDEA, appunto).
Le idee presentate nelle diverse categorie concorrono per essere dichiarate le migliori, io mi diverto a scorrerle per trovare quelle più interessanti, oppure utili o semplicemente curiose. Quindi oggi assegno i miei personalissimi awards, in maniera trasversale alle categorie degli IDEA. Ovviamente solo per divertimento!

Premio IDEA interessante
Nomino il rubinetto col braccio snodabile, vi permetterà di riempire comodamente qualsiasi recipiente; e il giubbotto che puoi riempire d'aria per tenere più caldo; e anche il libro di ricette che consente di assaggiare i cibi prima di prepararli.
Vince il premio ... il giubbotto che mi sembra proprio una buona idea!

Premio IDEA utile
Ricevono le nomination il lettore braille per libri non-braille; la mappa multi-livello, che mostra sulla stessa mappa diverse informazioni in base all'angolo con cui la si guarda (come quei quadri orrendi in cui puoi ammirare Gesù con un occhio aperto e uno chiuso ... contemporaneamente).
Vince il premio il lettore braille!

Premio IDEA curiosa
Ricevono le nomination l'aereo sportivo monoposto, che ha ali ripiegabili e può atterrare e decollare dalla terra o dall'acqua; la stampante di foglie secche, stampereste gli album di famiglia sulle foglie secche?
Assegno il premio, decisamente, alla stampante!

Secondo voi, in questa selezione, ci sono idee che possono cambiare il mondo?

23 luglio 2009

Mercoludì e Protoludì

Il mio tempo libero è stato inghiottito dal mare, e vi posso assicurare che il naufragare è dolce!!

Ma nonostante questo ieri sera abbiamo giocato tanto, i giochi che hanno toccato il tavolo sono stati Oriente (partita interrotta dopo pochi turni, perché non ha convinto parecchi giocatori), Lupus in tabula, Perudo, Carcassonne e ovviamente Bang!
Anche se avevamo a disposizione anche Axis & Allies, Smallworld e qualche altra scatola tirata fuori direttamente dagli anni 80, abbiamo giocato solo quelli più "leggeri", solo a fine serata io e Davide abbiamo provato Dominion, per me era la quarta o quinta partita, ma ci ha lasciati entrambi un po' perplessi: tutto sto mescolamento di carte, tutto sto smazzamento ... che però non ci ha fatti ne divertire, ne ragionare in maniera particolare. Insomma siamo rimasti perplessi. E con questa sensazione abbiamo chiuso la serata, ma Dominion lo riproveremo usando una combinazione diversa di mazzi e vedremo se effettivamente (secondo noi) avrà meritato il titolo di gioco dell'anno.
Invece gli altri giochi hanno dato soddisfazione e divertimento, come sperato.

Durante la serata, io e Marco, abbiamo ritagliato anche un po' di tempo per discutere il lavoro che sta facendo per la sua tesi, un giorno di questi te ne parlerò più approfonditamente, per dare un nome a questo pezzo di serata la chiamerei "Protoludì", hai già intuito di cosa si tratta? :-)

Adesso manca solo il torneo di Bang a chiudere questa stagione di giochi che ci ha visto passare da 5 persone ad una quindicina di amici, l'anno prossimo saremo ancora di più, ma per adesso il mercoludì va in vacanza. RETTIFICO: a chiudere questa stagione manca ancora una serata di gioco che si terrà come al solito il prossimo mercoledì! giovedì 30 luglio (ero già arrivato ad agosto!!)

Ciò non toglie che qualche altra serata la faremo, magari non di mercoledì e se hai voglia di giocare puoi organizzare tu stesso una serata, basta dirmelo (con un certo anticipo) e ci mettiamo d'accordo!!

15 luglio 2009

Nasce the game crafter

Il print on demand è il nuovo business, non tanto nuovo perché Lulu già da tempo propone libri da stampare su richiesta e sembra abbastanza affermato, anche se non mi pare che brilli per profitti. Però il print on demand per i giochi da tavolo non c'era ... fino ad oggi.
Adesso esiste the game crafter, il nome parla chiaro: loro costruiscono giochi!


Producono giochi da tavolo in maniera "tradizionale" da 10 anni e solo solo oggi si presentano con la nuova funzionalità della "stampa" su richiesta.
La novità per noi acquirenti di giochi da tavolo è che ora potremo ordinare anche giochi di nicchia, magari pensati solo per noi o addirittura personalizzati! Sarà il passa parola a decretare il successo del titolo.
Ho già avuto modo di scambiare qualche parola con autori/editori su questo argomento e l'accoglienza di alcuni non è stata caldissima, vedremo come sarà effettivamente accolto dal mercato che per adesso è limitato alla sola America.

Se invece sei un inventore di giochi ben disposto verso il pod, magari vorrai pubblicare con loro il tuo gioco.
Io ho provato a farlo ed ho notato che il sistema non è comodissimo, ma funziona bene offrendo anche alcune funzionalità che non mi aspettavo.
E' possibile inserire l'immagine della scatola, diversi mazzi di carte, pedine, dadi, clessidre e vedere calcolato in tempo reale il costo di produzione, quindi ho potuto definire il prezzo di vendita e (per differenza) ho sabilito il guadagno che poi sarà diviso a metà tra l'autore e the game crafter.

Comoda la pagina dei modelli, sia per le carte che per la plancia nei vari formati, già pronti da aprire con i principali software grafici (illustrator, photoshop e addirittura anche gimp). In ogni modello sono indicate le linee di sicurezza entro cui mantenersi per ottenere una stampa ottimale e anche alcune indicazioni per farla venire al meglio.
Comoda anche la funzione di verifica e correzione delle immagini che verranno ridimensionate e adattate alle esigenze di stampa (i miei files per le carte, fatti con il paint tanto per provare, sono stati adeguati portandoli alla dimensione di
825x1125 pixel e scalati a 300 dpi)
Molto comodo il Cost estimator che servirà a farsi un'idea appossimata dei costi.

Purtroppo hanno a disposizione poca varietà: le carte potranno essere solo della dimensione 2.5"*3.5", le plance potranno essere solo delle dimensioni 4"*4",
4"*10", 10"*10", 10"*16", le pedine a disposizione sono solo a forma di automobile, razzo, birillo, o ancora a forma di avatar (tipo quelli del messenger) e a forma di casa e albergo. Un po' pochino, ma sono giovani e sicuramente il loro catalogo si amplierà!

La scatola in cui metteranno il gioco è davvero brutta, ma affermano che sia solida e resistente e che sia fatta rispettando l'ambiente ... e questo non è male.

Insomma, io lo proverei, ma in Italia non c'è!

13 luglio 2009

Quando gioco con i miei piccoli

Le serate del MercoLudì sono dedicate al gioco e al MIO divertimento, ovviamente mi interessa anche il divertimento degli altri, ma non ti nascondo che organizzo 'ste serate soprattutto per me (se vuoi contribuire al mio divertimento puoi partecipare anche tu).
Ma non gioco solo di mercoledì, cerco di trovare degli altri momenti per giocare e se non mi metto in testa di fare giochi "difficili" riesco spesso a convincere Rita e vengono fuori delle belle partite combattute ... spesso perdo, ma lasciamo perdere.
I miei figli ovviamente subiscono quest'interesse e reagiscono in maniera diversa. Vediamo un po' cosa riesco a giocare con loro.

Riccardo: 7 anni, intelligente e sensibile, pare affetto da una strana forma di "febbre del fare", infatti deve sempre fare qualche cosa: consolle, giocattoli, sport, giochi da tavolo, lavoretti e quando non ha più nulla da fare parla, parla, parla. Lui gioca e vuole giocare tutto, mi ha battuto a Smallworld qualche tempo fa, ma non ha mostrato un grande interesse per quel gioco. Invece richiede spesso di giocare a Cluedo, Carcassonne, Bang!, Il verme è tratto, Perudo e anche Dominion. Lui gioca bene, ragiona sulle mosse da fare, chiede consigli e si impegna al massimo ... disperandosi quando perde, ma su questo ci stiamo lavorando! Spesso cerca di coinvolgere cugini e amici nei giochi e si lancia anche nella spiegazione delle regole ... e anche su questo stiamo lavorando! Giocare con lui è divertente, solo che ogni tanto si annoia o trova altro da fare e allora continua a giocare, ma con la testa da un'altra parte oppure abbandona partita e giocatori a metà, ma capita davvero raramente. Parteciperebbe molto, ma molto, volentieri al torneo di Bang che ci sarà a fine mese, ma ormai se ne è fatto una ragione.

Alessandra
: 3 anni, furba e indipendente, lei è una donna ... e quindi (ammettiamolo) subisce poco il fascino dei giochi da tavolo. Lei pensa alle sue principesse e ai suoi vestitini e alle bambole. nonostante questo anche lei ha già mostrato un po' di interesse per l'hobby di papà. Spesso si deve limitare ad aiutare un adulto che gioca, ma certe partite le dedico solo a lei. Preferisce sopra ogni altro gioco Carcassonne: pesca le tessere e le posiziona quasi autonomamente senza commettere errori (certi errori papà è disposto ad ignorarli per non infastidirla continuamente con "questa tessera non va bene qui!") provando un piacere che le si legge negli occhi mentre dice "ora do fastidio a papà", ovviamente piazza i pupini a caso, spostandoli da una parte all'altra. Nonostante questo elemento casuale ho notato che le piace costruire le città e le strade, insomma per lei carcassonne è un grosso puzzle e per questo credo che funzioni. In altri giochi si limita a muovere i pupini e a tirare dadi senza capire nulla di quello che succede.
Devo procurarmi qualche altro gioco che possa piacere anche a lei!!

Dimenticavo Worm Up, in cui muove il vermicello verso il traguardo con tanto impegno :-)

30 giugno 2009

Il sorprendente esito dell'esame di algebra

Leggo da una mia amica, (ok, ok, non ci vediamo da 20 anni, ma che significa?) del suo sorprendente esito dell'esame di matematica e mi è venuto in mente il sorprendente esito del mio esame di algebra.
Stiamo parlando di parecchi anni fa, ma mi sembra ieri che con un mio collega universitario, ma soprattutto amico (che ovviamente incontro una volta ogni 6 o 7 anni circa), decidemmo di preparare la materia anche se avevamo a disposizione solo un 1 mese scarso.
Quindi dopo poche settimane affrontammo, non senza esitazioni, lo scritto. Una serie di esercizi di cui non riesco a ricordare assolutamente nulla, ma che quel giorno completai tutti senza commettere nemmeno un errore, già questo era sorprendente. Era lo scritto migliore di quella sessione d'esame ... l'avevo fatto io e non avevo copiato assolutamente!! non c'era nessuno da cui copiare con quei risultati! Ma c'era un problema. Poco fa vi ho detto che non riesco a ricordare nulla di quegli argomenti, una sorta di amnesia: il bianco assoluto. Dopo tutto questo tempo sarebbe normale, il problema è che questo bianco assoluto è apparso subito dopo lo scritto, e c'era ancora da affrontare l'orale.
Ovviamente con tutto quel "latte" nella testa (come nel film Nuovomondo) all'esame feci una assordante scena muta! Mutissima!!!
Io ero ovviamente imbarazzato, ma me l'aspettavo. Il prof era imbarazzato anche lui, ma non se l'aspettava proprio! E non si dava pace cercando di mettermi a mio agio, esplorando argomenti difficili e argomenti semplici e anche suggerendomi da dove iniziare o proponendomi pause rilassanti. Ma tutto cadeva in quel latte.
Alla fine cedette. Scrisse sul libretto e me lo consegnò, mi aspettavo il peggio, ma invece avevo preso 26.

Tu hai un esame sorprendente da raccontare?

19 giugno 2009

Torneo di "Bang!" a Catania

Abbiamo appena concluso il primo torneo ufficiale di Carcassonne a Catania, e già si pensa ad altro! Infatti ho appena richiesto l'ufficializzazione della data del 25 luglio per un torneo di fascia 2 di Bang!

Significa che sabato 25 luglio, a partire dalle 15:30, ci incontreremo in via Etnea 52 a Valverde (CT) e giocheremo a Bang per stabilire il migliore! La quota di partecipazione è di 5 euro e saranno premiati i primi 3 classificati.
Organizzeremo anche delle partite dimostrative di Lupusburg e (fuori torneo) di Bang! ... ma fino a quella data potrete venire a giocare e a conoscerci nelle serate che organizziamo il mercoledì

Leggete il regolamento ufficiale del torneo che è importante visto che spiega come si svolgerà il torneo e come giocare i duelli uno contro uno (le finali saranno disputate in tavoli da 2 giocatori).
Nel frattempo noi prepareremo la locandina e i premi, speriamo di avere di nuovo la collaborazione di Games & Comics!!

Io ho dato la notizia sul forum ufficiale di Bang! e sul forum organizzativo di gimagiokè
Spargi la voce, mi raccomando!

EDIT: ho segnalato il torneo anche su giochi da tavolo.net e anche su Gioconomicon
EDIT: anche per questo torneo abbiamo la sponsorizzazione di Games & comics shop!! oleee!

Ecco la splendida locandina che Marco ha fatto per il torneo!click per ingrandire
con preghiera di stamparla e di esporla dove potete!!

Avremo un arbitro d'eccezione questa volta: Armando Marra dirimerà ogni controversia! Con grande piacere cedo il posto ad un gran giocatore!!

18 giugno 2009

Povera patria

Tutte queste storie fanno semplicemente schifo. E' impensabile che una persona si comporti così, deplorevole che sia proprio il presidente del consiglio al centro di una tale bagarre di favori, di regalie, di prostituzione e di mazzette.
Non credo nemmeno un po' all'ipotesi che gli articoli pubblicati dal Corriere e da Repubblica siano frutto di una "macchinazione eversiva", ma ragioniamo su questo caso visto che è il campo scelto dall'oggetto degli articoli escludendo il caso dell'errore perché in quel caso sarà la giustizia a dare le ragioni dovute.
Secondo me è molto semplice (le cose complicate non funzionano): se i giornali hanno ritenuto di pubblicare gli articoli, allora hanno modo di dimostrare quello che asseriscono, nel caso ci fosse una qualche macchinazione almeno un fondamento di verità c'è!
E se permettete, io un presidente del consiglio che si fa sputtanare così non lo voglio! Penso di meritarne uno più onesto ed in mancanza di questo lo vorrei almeno più furbo! Capace di non farsi beccare con le mani sporche di marmellata.
Invece la nostra povera Italia è stretta in un sistema generalizzato di regalie a sfondo sessuale per ricambiare favori politici, addirittura per ricambiare le candidature! Affogata dalle mazzette per le (solite) concessioni edilizie! Senza dimenticare nemmeno il "vecchio" yacht di D'alema!!!
Ci vuole un'altra mani pulite e si deve ricordare un detto siciliano: "u pisci feti da testa" (il pesce puzza dalla testa)!

Il gioco collegato a questa notizia è Confucius che ho scoperto tra i candidati a gioco dell'anno personali di Bruno Faidutti. In questo gioco i ministri della grande e antica Cina dovranno ingraziarsi l'imperatore per diventare ministri. Il cuore del gioco sono i regali che un giocatore fa ad un altro giocatore che creano un obbligo di ricambiare con altri regali o con particolari favori. Nel gioco quindi si crea una complessa rete di obblighi ... insomma la meccanica del gioco dovrebbe esservi già chiara!
Questo gioco mi sembra molto interessante, quasi quasi ci faccio un pensierino per spendere il mio premio!

Darwin nega l'esistenza dei lupi mannari

Wired.it, il professor Brian Regal, professore alla Kean University nel New Jersey, e Charles Darwin sbagliano ad affermare che i licantropi (aka Lupi mannari, aka Werewolf) non possano esistere! Non diciamo baggianate! Poco importa se la teoria evoluzionistica di Darwin ne smentisce l'esistenza: proprio ieri sera ne ho visto uno all'opera!! :-)

lupusburgNon frequento boschi solitari, invece frequento posti ben più pericolosi, dove orribili creature, terribili popolazioni e altre aberrazioni vivono più o meno tranquillamente: i tavoli da gioco! Ieri infatti era MercoLudì e un gruppo di temerari ha provato Lupusburg (premio per il secondo posto al torneo di Carcassonne), a me che sono arrivato tardi è toccato stare a guardare (solo un po' perché poi abbiamo allestito un altro gioco su un altro tavolo), ma posso giurare di averlo visto aggirarsi per il villaggio e anche mentre sbranava un povero contadino. Quindi esistono e se volete (scherzosamente) incontrarli venite a trovarci!

Ieri eravamo Io, Rita, Marco, un amico di Marco, Elisa, Alberto e Giuseppe, Salvo ed è tornato a trovarci anche Davide che ci ha conosciuti in occasione del torneo. Benvenuto!

17 giugno 2009

La bufera Carcassonne

Finalmente è passata la bufera del torneo di Carcassonne!
E' finita bene e tutte le ansie che hanno caratterizzato gli ultimi giorni si sono sciolte quando ho potuto toccare con mano la collaborazione degli amici che hanno portato la loro copia del gioco e quando visto i tavoli pieni!!
Eravamo in 18 e ci siamo affrontati in un girone eliminatorio di 3 turni prima di passare a giocare i quarti, le semifinali e le finali.
I miei complimenti vanno ad ogni singolo giocatore che ha partecipato, per la correttezza e lo spirito che hanno contraddistinto ogni partita! Come dimenticare Manuela che, nel silenzio quasi assoluto della tensione degli scontri, cantava allegramente? Come dimenticare Armando che mi chiedeva scherzosamente di allontanare i giocatori che minacciavano la sua vittoria?
Ma soprattutto non mi è possibile dimenticare la faccia di mia moglie quando alla prima partita le blocco 4 meeple e la costringo ultima nella classifica del turno? ^_^
Ma ora bando ai sentimentalismi, andiamo alla sostanza!

Qualcuno ha criticato la formula che premiava i vincitori delle partite sostenendo invece che si dovesse tenere conto solo della classifica costruita in base ai punti torneo ... purtroppo la formula ufficiale era quella! Ma se volete possiamo organizzarne un altro (non ufficiale) con il sistema che preferite. Ancora una volta grazie a quelli che nonostante avessero qualche cosa da ridire hanno accettato le mie decisioni.

Vince il torneo Alberto che si porta a casa una scatola sigillata di Coloni di Catan, una medaglia d'oro e la soddisfazione di avere battuto suo fratello.
Secondo classificato Giuseppe che si porta a casa una scatola di Lupusburg e una medaglia d'argento da far vedere agli amici.
Terza classificata Rita, ebbene si, la mia mogliettina dopo la prima batosta è riuscita ad arrivare fino in cima alla classifica! E porta a casa una scatola di Bang! e una medaglia di bronzo.
Quarto classificato Massimiliano, si, proprio io! Sono arrivato quarto e mi sono guadagnato il premio messo in palio dal nostro sponsor
Games & ComicsIl premio consiste in un (invidiabile) buono da 15 euro da spendere nel negozio di via Etnea 692.
A questo punto chiedo a voi quale gioco dovrei comprare? Spolverando la mia wishlist del mese scorso (dove trovate due righe e un po' di link per ogni gioco) si leggono questi titoli: Diplomacy, 2 de mayo, Ghost stories, Pandemic, Last night on earth, Dominion, Day & night, Wasabi, Mr Jack, Duck! duck! go!
Ma a questi aggiungerei Wings of war (anche se mi inquieta l'effetto "collezionabile") e Power grid (anche se il tema non mi ispira).

Potete suggerire anche qualche titolo che non sia tra questi e dovete tenere presente che potreste venire a giocarlo uno di questi MercoLudì!!
Quale gioco dovrei assolutamente avere? Qual'è il migliore? Quale comprereste voi?

16 giugno 2009

L'era dell'energia

L'era delle materie prime sta per terminare, mi piace chiamarla così perché è stata caratterizzata dall'uso (e consumo) delle materie prime per compiere le attività umane. Fin dal primo fuoco che c'è servito per scacciare qualche predatore indesiderato abbiamo impiegato/consumato/distrutto delle materie prime. Ma l'umanità è ghiotta di energia, ne consumiamo a bizzeffe e ne vogliamo sempre di più e in un modo o nell'altro ne produciamo sempre di più.
Abbiamo imparato a bruciare il carbone e il petrolio e abbiamo imparato a dividere e a fondere l'atomo per produrre energia. Ma le materie prime non sono infinite e quelle centrali hanno degli effetti collaterali da non sottovalutare. Fortunatamente l'Italia s'è schierata contro le centrali nucleari in un referendum, ha dato l'esempio a parecchi paesi. Questi paesi se ne sono fregati dell'esempio e anche l'Italia sta prendendo quella direzione, anche se io ancora nutro delle speranze.
Coltivo la speranza che si riesca a produrre energia in un altro modo, nutro l'idea che potrò accendere il mio pc senza per questo mandare un minatore ad estrarre carbone e senza bruciare petrolio! E' vero che già adesso ci sono dei modi per produrre energia in maniera alternativa, ma costituiscono solo una piccola parte di tutta l'energia che produciamo e consumiamo. Solare ed eolico sono le nuove fonti, pare che ci siano solo vantaggi ad usarli, ma in effetti nel
mio condominio non è possibile montare pale eoliche senza dare fastidio (alla vista e all'udito) dei vicini e si potrebbero montare pochi pannelli solari che praticamente non ne vale la pena.
Così mi fa un enorme piacere scoprire che c'è altra gente che non solo spera come me, ma studia come ottenere energia in altri modi. Alla Cal State University-Chico hanno pensato che le pale eoliche a livello del terreno producono meno di quanto potrebbero produrre in quota.
Quindi hanno iniziato i test ed hanno scoperto che le centrali eoliche ad alta quota potrebbero produrre 16 volte quanto producono al livello del terreno.
Eccezionale!!
Purtroppo il vento in quota non è così costante come servirebbe per iniziare a pensare ad una centrale eolica volante. Ma altri studi verranno, altre idee salteranno fuori!
E' questa la nuova era, l'era dell'energia prodotta da altra energia. Energia pulita!

Il gioco collegato a questa notizia è Power Grid di Friedemann Friese in cui i giocatori devono costruire la più ampia rete di distribuzione dell'energia prodotta dalle centrali elettriche che allestiranno. Nel gioco ci sono centrali elettriche a carbone, a petrolio, ad uranio, solari ed eoliche, ma nessuna da realizzare in quota!
Devo dire che non mi ispira moltissimo il tema, ma la meccanica di questo gioco sembra interessante. Da provare!!

07 giugno 2009

Europee

E' in corso lo spoglio delle schede, gli occhi sono puntati sui sondaggi e sulle proiezioni ... ed io mi sento dalla parte di Spessotto



L'oscurità come un gendarme già mi afferra l'anima,
attardàti qui in mezzo alla via,
non siamo per Davide, siamo per Golia.

L'oscurità come un gendarme già mi afferra l'anima,
ha tardato qui in mezzo alla via, già mi prende e mi porta
Dalla parte di Spessotto, dalla parte finita di sotto,
ma siamo tutti finiti per terra, tutti a reggerci le budella,
gli ubriachi, brutti dannati, ma pure i sobri, belli fortunati.
E quando verrà il giorno che avrò il giudizio,
dirò da che parte è intricato il mio vizio,
per che pena pagherò il dazio, in che risma sono dall'inizio.

E il paradiso nostro è questo quà fino alla notte che verrà
non siamo più figli del ciel, figli del cielo non da Davide
solo da Spessotto!

05 giugno 2009

Inventa una espansione per Smallworld

Ecco a voi il mio ennesimo post che parla di Smallworld, ormai non li conto più e visto che ne ho scritti troppi mi limiterò a rilanciare brevemente il concorso indetto dalla Days of Wonder lo "Small World Design Contest"!!
Finalmente i tasselli vuoti della popolazione e del potere che ho trovato dentro la scatola di Smallworld avranno uno scopo!
Ogni partecipante al concorso potrà presentare, entro il 31 Luglio, fino a 3 nuove idee e quella che sarà giudicata migliore fra tutte porterà il suo inventore direttamente alla manifestazione più importante d'Europa dedicata ai giochi da tavolo e che si terrà ad Essen.
Oltre al viaggio, all'albergo e all'accesso alla manifestazione l'idea scelta sarà pubblicata come mini-espansione riportando anche il nome del suo inventore che, a questo punto, potrà farsi bello con amici e parenti e entrerà immediatamente nel "giro" degli inventori pubblicati.

Fatevi sotto ... anzi no! Meno siamo a partecipare e più possibilità avrò di vincere!! ^_^

04 giugno 2009

Mercoludì 3 giugno

Ieri è stata una bella serata, abbiamo rimesso sul tavolo Smallworld, Carcassonne e Furia di Dracula sfruttandoli a regime massimo, 5 giocatori per gioco.
Attorno a Dracula c'erano Rita, Marco e sua sorella, Giuseppe e Salvo. Rita-Dracula è stata scoperta e "mazzuliata" prestissimo, non ha battuto il mio record negativo di resistenza (soli 3 turni, imbattibile!!), ma hanno fatto abbastanza presto da concedersi un giro a Carcassonne, anche in vista del prossimo torneo (mi raccomando: iscriviti!!).
All'altro tavolo eravamo Luigi, Antonio, Alberto, io ed Elisa a contenderci i pochi territori del piccolo mondo.
Vincerò io questa partita per un solo punto di differenza con Alberto e sotto gli sguardi attoniti di tutti (me compreso). Io stesso ero convinto che mi sarei piazzato ultimo o quasi, e invece ... grande sorpresa!
Inizio la partita con i commando tritons e sacrifico i primi turni per limitare le popolazioni dei miei vicini di tavolo approfittando degli enormi bonus sulla conquista e totalizzando per due turni solo 3 punti vittoria, al contrario loro hanno giocato il più possibile senza scontrarsi ... con una sola popolazione a testa lo spazio c'è! Poi mi stabilizzo nella zona in alto a destra (dove non c'è mare e quindi non ho potuto sfruttare la caratteristica dei tritons, errore numero 1) e trovo il momento di andare in declino al quarto turno dopo i declini di tutti gli altri. Quindi mi sono trovato a disposizione i Diplomat Humans con sopra un ricchissimo piatto di 6 punti vittoria e senza pensarci troppo me li sono presi.
I Humans hanno il bonus di raddoppiare i punti dei campi coltivati, un'ottima cosa! solo che con i miei tritons occupavo già l'unica zona con 3 campi coltivati vicini (errore numero 2), allora ho deciso di piazzarmi attorno agli Elfi berserker di Luigi, priva di campi coltivati, ma con qualche territorio libero, non l'ho attaccato per sfruttare la caratteristica dei diplomat e così ho ottenuto due cose, ho protetto (almeno da un lato) i miei tritons in declino e ho lasciato a Luigi solo la possibilità di attaccare dall'altro lato, verso i sorcerer di Elisa. A dire il vero Luigi non ha concluso molto su quel fronte, invece i miei poveri tritons sono stati massacrati da Alberto.

Devo dire che durante la partita gli avversari da battere sembravano Antonio e Alberto che hanno preso popolazioni davvero pericolose e con qualche possibilità da parte di Elisa che ha totalizzato punti costantemente e non è stata mai oggetto di rappresaglie. Io invece sono stato sottovalutato (credo) per "merito" dei primi turni in cui ho fatto pochi punti, così la mia guerra è stata vinta all'ombra delle battaglie tra Luigi, Alberto e Antonio ... senza contare il bottino di 6 punti che ho trovato sopra gli umani!!

Abbiamo concluso la serata siglando le prime iscrizioni al torneo di Carcassonne, chiacchierando delle nostre cose e borbottando per la mia vittoria ^_^ ... ma si rifaranno la prossima volta!
A proposito, la prossima volta sarà Mercoludì 10 giugno, chi vorrà potrà giocare col Master Armando ad un'avventura di gioco di ruolo dove troverete: occulto, punk'a'bbestia, professori e case infestate, il tutto a Catania Hill (una Catania immaginata, ma apparentemente identica a quella vera); ovviamente troverete anche gli altri giochi da tavolo per il gioco libero e soprattutto Carcassonne per allenarsi al torneo!
Vieni!

03 giugno 2009

Un mistero tira l'altro

Il primo mistero è un'isola che affonda, si tratta di un'isoletta da sogno popolata da pochi nativi e dagli ospiti dell'unico albergo che vi si trova. Solo che affonderà! Lo sanno tutti, misterioso è il motivo per cui affonderà, anche un geologo è venuto a studiarla, ma ancora non s'è capito nulla.
Il secondo mistero è la tragica morte di un pescatore locale precipitato da un dirupo. Incidente? omicidio?
Gli altri misteri potrete inventarli voi, uno dietro l'altro (appunto): potrete inventare fatti, circostanze, eventi e incontri e potrete inventare anche accuse e spiegazioni.
Si tratta di un gioco di ruolo di cui ho appena letto il brevissimo regolamento e mi è sembrato entusiasmante! Scritto da Magnus Jakobsson e tradotto dall'inglese da Nicola Ferrari e Raffaele Manzo, l'ho trovato nella sezione download di flying circus. Dagli un'occhiata!

In pratica, partendo dai due misteri che vi ho già detto, potrete inventare altri eventi e altri misteri e potrete inventare tracce e trame che gli altri giocatori potranno esplorare ed espandere fino all'inevitabile epilogo della storia: l'affondamento dell'intera isola.
Scandito da una serie di carte evento, i giocatori si incontreranno nell'albergo per discutere i fatti accaduti durante il giorno cercando di svelare (o di nascondere) i misteri dell'isola.
Di questo gioco mi incuriosisce la regola fondamentale che "non si può mentire" che si traduce immediatamente in "non si può dire a nessuno che sta mentendo", quindi tutto quello che verrà affermato sarà automaticamente vero, il bello sarà trovargli una spiegazione logica!
Probabilmente giocandolo scopriremo come scrivono le trame delle interminabili serie di Lost!
Oggi è MercoLudì, e stasera stessa, dopo qualche giro a Carcassonne in versione Torneo (si avvicina la data), lo proporrò agli altri!
Se vuoi provarlo con noi lasciami un commento! L'ingresso è libero!

28 maggio 2009

Iscriviti al torneo di Carcassonne!

La tappa di Catania del torneo ufficiale di Carcassonne sarà il 14 giugno, ti prego di iscriverti prima di quella data in modo da darmi il tempo di organizzare i premi per i vincitori: ovvio che mi serve la tua conferma, ma soprattutto ricorda di portare la quota di 5 euro, altrimenti non posso comprare i premi!!

Potrai confermare l'iscrizione, ad esempio, partecipando al prossimo MercolUdì che sarà il 3 Giugno, oppure a quello dopo ancora che sarà il 10 Giugno.
In queste serate avrai la possibilità di provare a giocare con noi a Carcassonne (e anche ad altri giochi), gratuitamente! Si, è tutto gratis! Per partecipare ti basta lasciare qui un commento indicando una mail in cui ricevere tutti i dettagli, oppure ti iscrivi al gruppo su facebook.
Così hanno fatto Marco ed Elisa, e mi sembra che si siano divertiti visto che hanno deciso di tornare a giocare con noi!!

Ti ricordo che il negozio di giochi intelligenti "Games & Comics", sponsor del torneo, metterà in palio dei buoni sconto da usare nel negozio, quindi rischi di vincere anche questi, oltre ai premi!

Allora ti aspetto!
ciao

impreparati

Rapinano calzaturificio con fiamma ossidrica, ma incendiano il bottino

... dove andremo a finire?

Il gioco legato a questa notizia è un print and play (stampa, ritaglia e gioca) che ho tradotto qualche tempo fa, si tratta di Ladri di gemme

25 maggio 2009

Torneo di Carcassonne a Catania


La Federazione Ludica Siciliana, in collaborazione con Games & Comics, è lieta di presentarvi il
primo torneo ufficiale di Carcassonne
che si terrà domenica 14 Giugno alle ore 19:00 in via Etnea, 52 Valverde.
La quota di partecipazione è di 5 euro.

Organizzo io. Lo faccio per giocare e per divertirci, spero che sia questo lo spirito con cui affronterete questa serata e magari finiremo bevendo una bella birra da qualche parte tutti insieme festeggiando il vincitore o la vincitrice!

Gente di internet, voi che avete un blog o che avete facebook, rilanciate questo avviso! Fatelo conoscere ai vostri amici!

Stampa la locandina!! Esponila sulla tua auto, in qualche negozio, in aula studio, sopra la maglietta, dove vuoi! Rendi grande questo evento.

Ecco il regolamento ufficiale del torneo che trovate anche qui.

Ringrazio Games & Comics, un negozio di giochi intelligenti che trovate in Via Etnea, 692/B - 95128 CATANIA

--
Ho segnalato l'evento sulla tana dei goblin, su giochidatavolo.net e sul forum di gimagioke

22 maggio 2009

Wolfram Alpha non funziona

Wolfram Alpha non funziona perché interrogandolo per conoscere l'età del signor Gates Bill o l'età del signor Berlusconi Silvio lui, Wolfram per gli amici, non sa rispondere! e visualizza questo messaggio "Wolfram|Alpha isn't sure what to do with your input.".

... ah ma se invece cercassi l'età di Bill Gates e di Silvio Berlusconi, il motore di ricerca di nuova generazione risponderebbe perfettamente!! Quindi basta formulare la domanda indicando prima il nome e poi il cognome, si perché a Wolfram puoi fare delle domande in inglese, tipo: "how old is silvio berlusconi", per ottenere il conteggio esatto degli anni, dei mesi e dei giorni che Silvio ha passato su questa terra.

Non che mi interessino in maniera particolare le loro età, era solo per provare Wolfram Alpha, ma avete notato quant'è vecchio il berlusca?

L'indispensabile flotta di aerei

In mezzo alla confusione della nostra Italia ci sono persone che sanno quali sono i bisogni della popolazione e per soddisfarli si muovono incessantemente ... ma evidentemente in politica non concludono nulla. Lo vediamo tutti i giorni.
Gli altri invece, quelli che concludono, ma non sanno o non gli interessa sapere quello che veramente serve, hanno pensato di spendere 13 miliardi (una parte ce la metto io, ma una parte la stai finanziando tu, sappilo) per comprare aerei militari, per costruire basi per la loro manutenzione, per una portaerei e non so cos'altro, ma tanto basta per farmi inorridire.
C'è anche un piano alternativo per spendere quei soldi secondo i bisogni, le vere necessità, della gente e mi tocca incrociare le dita sperando che questa volta quelli che concludono sempre, almeno questa volta, non riescano nel loro intento!

Il gioco collegato a questa notizia è Wings of War di Andrea Angiolino
tratto dal sito dell'autore: "mescola meccanismi da gioco di carte e da tavolo per ricreare, in modo semplice ma accurato, i combattimenti aerei nel XX secolo.". Andate sul sito ufficiale del gioco se (come i nostri politici) anche voi volete comandare una flotta di aerei!
Una componente fondamentale di questo gioco è che gli aereoplanini con cui si gioca sono delle vere e proprie riproduzioni in scala, un bell'effetto!

Buon gioco a tutti!
Nota: ho appreso la notizia da Du Hangst, grazie per averla postata!

19 maggio 2009

La giustizia è morta

La democrazia reggerà ancora altri pochi colpi.
Noi tutti sembriamo degli allegri zombie.
mha!


Il gioco associato a questa notizia è Last Night on Earth.
Dove un pugno di eroi (si, nei giochi ci sono gli eroi) combatte per salvarsi la vita dagli zombie. Un gioco all'americana con tante schede personaggio, tanti dadi e addirittura un cd di musiche originali per creare l'atmosfera. L'ambientazione conta molto per questo titolo.

Ma prima di tutto concentratevi sulla notizia!

18 maggio 2009

Ricetta: Zuppa primordiale

Ingredienti per 6 miliardi di persone
acqua
metano
ammoniaca
idrogeno q.b.

Preparazione
Cuocere per un paio di giorni con scariche elettriche, la zuppa prima diventerà rosa e sarà pronta appena diventerà di un rosso intenso e torbida!
Servite ben calda.
A questo punto infatti la vostra zuppa conterrà buona parte degli amminoacidi che sono la base per le cellule viventi.

Ancora non sono riusciti a creare la vita, ma pare che questi scienziati stiano lavorando proprio su questo! Lo riterreste eticamente accettabile?
A me viene qualche dubbio, ma devo dire che mi affascina questa possibilità.

Il gioco da tavolo che vi suggerisco sull'argomento si chiama proprio Primordial soup (1997): in questo gioco ogni giocatore prenderà il controllo di una colonia di amebe, nella lotta per la loro sopravvivenza le colonie di amebe potranno subire delle modifiche genetiche che le differenzieranno dalle altre colonie.
Riuscirai a fare sopravvivere la tua colonia?