Ad Agrigento si gioca? Organizziamoci e giochiamo --> GiocAGrigento!

15 luglio 2009

Nasce the game crafter

Il print on demand è il nuovo business, non tanto nuovo perché Lulu già da tempo propone libri da stampare su richiesta e sembra abbastanza affermato, anche se non mi pare che brilli per profitti. Però il print on demand per i giochi da tavolo non c'era ... fino ad oggi.
Adesso esiste the game crafter, il nome parla chiaro: loro costruiscono giochi!


Producono giochi da tavolo in maniera "tradizionale" da 10 anni e solo solo oggi si presentano con la nuova funzionalità della "stampa" su richiesta.
La novità per noi acquirenti di giochi da tavolo è che ora potremo ordinare anche giochi di nicchia, magari pensati solo per noi o addirittura personalizzati! Sarà il passa parola a decretare il successo del titolo.
Ho già avuto modo di scambiare qualche parola con autori/editori su questo argomento e l'accoglienza di alcuni non è stata caldissima, vedremo come sarà effettivamente accolto dal mercato che per adesso è limitato alla sola America.

Se invece sei un inventore di giochi ben disposto verso il pod, magari vorrai pubblicare con loro il tuo gioco.
Io ho provato a farlo ed ho notato che il sistema non è comodissimo, ma funziona bene offrendo anche alcune funzionalità che non mi aspettavo.
E' possibile inserire l'immagine della scatola, diversi mazzi di carte, pedine, dadi, clessidre e vedere calcolato in tempo reale il costo di produzione, quindi ho potuto definire il prezzo di vendita e (per differenza) ho sabilito il guadagno che poi sarà diviso a metà tra l'autore e the game crafter.

Comoda la pagina dei modelli, sia per le carte che per la plancia nei vari formati, già pronti da aprire con i principali software grafici (illustrator, photoshop e addirittura anche gimp). In ogni modello sono indicate le linee di sicurezza entro cui mantenersi per ottenere una stampa ottimale e anche alcune indicazioni per farla venire al meglio.
Comoda anche la funzione di verifica e correzione delle immagini che verranno ridimensionate e adattate alle esigenze di stampa (i miei files per le carte, fatti con il paint tanto per provare, sono stati adeguati portandoli alla dimensione di
825x1125 pixel e scalati a 300 dpi)
Molto comodo il Cost estimator che servirà a farsi un'idea appossimata dei costi.

Purtroppo hanno a disposizione poca varietà: le carte potranno essere solo della dimensione 2.5"*3.5", le plance potranno essere solo delle dimensioni 4"*4",
4"*10", 10"*10", 10"*16", le pedine a disposizione sono solo a forma di automobile, razzo, birillo, o ancora a forma di avatar (tipo quelli del messenger) e a forma di casa e albergo. Un po' pochino, ma sono giovani e sicuramente il loro catalogo si amplierà!

La scatola in cui metteranno il gioco è davvero brutta, ma affermano che sia solida e resistente e che sia fatta rispettando l'ambiente ... e questo non è male.

Insomma, io lo proverei, ma in Italia non c'è!