Ad Agrigento si gioca? Organizziamoci e giochiamo --> GiocAGrigento!

25 febbraio 2008

Indagine e Gioco: Gioco con delitto

Oggi ho il piacere di ospitare il Guest Post di Gabriella Aguzzi, sul tema "Indagine e Gioco", leggi il regolamento.

In Inghilterra li giocano ormai da molti anni, sono una vera istituzione. Inviati in ville o castelli, gli ospiti si trovano a dover risolvere misteriosi delitti: qualcuno tra loro muore, qualcuno può essere l’assassino. Sono i Murder Party. Ci sono tanti modi per giocarli: il weekend con delitto, dove per due giorni si è coinvolti nel mistero e, se non è la villa inglese, sono hotel dalla fascinosa struttura, spesso attorniati da grandi parchi, ad ospitare l’evento e un’intricata caccia agli indizi, con attori esperti che guidano il gioco; il murder party live, in cui ognuno dei giocatori ha un ruolo, ed è facilmente organizzabile in feste private; la cena con delitto, che alterna scene recitate all’interrogatorio da parte degli spettatori, in veste di detective; il teatro interattivo che assomiglia alla cena con delitto, ma confina con un vero e proprio spettacolo teatrale in cui il pubblico è invitato ad intervenire...
Da grande appassionata di gialli da sempre non potevo non restare incuriosita, e affascinata, da questa appassionante formula di gioco investigativo. E così è nato il mio incontro con “Murderparty”. Circa dieci anni fa è stato Remo Chiosso, che tutti ricordiamo con affetto, a portare il Murder Party in Italia e il gioco ha continuato a diffondersi. E’ stato sempre Remo ad insegnarmene i segreti, perché poi potessi sperimentare le mie trame.
Il gioco mi ha preso la mano. E, credetemi, non c’è niente di più bello che vedere un gruppo di attori che interpreta i tuoi personaggi e un gruppo di investigatori che si arrovella sulle tue storie nelle più svariate ipotesi. E, anche se tutto si fonda su una trama precisa ed indizi inequivocabili, lo spettacolo prende forma diversa ogni volta.
Non ho mai voluto ripetermi nella soluzione. Così una volta il movente che spinge al delitto è la passione, altre volte l’avidità, altre semplicemente la paura, a volte c’è un assassino machiavellico che trama nell’ombra, altre volte i delitti si intersecano per fatalità. Mi piacciono le ambientazioni d’epoca (la Francia del tardo Ottocento, l’Inghilterra Anni Trenta) e, benché sia un’avida lettrice di romanzi di Chandler e adori i classici del Cinema Noir, l’ispiratrice di ogni murder party resta sempre Agatha Christie, l’esempio per eccellenza dell’impostazione doc del giallo. Mi piace anche (cercando di mantenere l’equilibrio!) giocare diverse trame in contemporanea. Così, mentre con “Murderparty” e con Antonello Lotronto, sta per andare in scena nel mese di marzo al Castello di Clanezzo (nelle vicinanze di Bergamo) un weekend con delitto intitolato “La Trappola del Sorcio”, in cui si indaga sulla morte di un attore shakespeariano all’indomani della nefasta profezia di una medium, alla Contea del Falcone di Lodi (ludoteca e caffè letterario) ho organizzato una serie di “delitti in contea” con una compagnia di giovani e bravissimi attori alla quale si aggregano di giorno in giorno nuovi amici. E una nuova serie di “casi” è in procinto di partire presso la Casa dei Giochi di Milano. A volte organizziamo murder party a tema, come “La Maledizione del Vampiro” che ho scritto a quattro mani con Andrea Morstabilini per la notte di Halloween in Contea.

Gabriella Aguzzi

N.D.R.: Gabriella mi segnala regolarmente i murder party che organizza, mi sembra obbligatorio completare il suo articolo allegando i prossimi:
26 febbraio, Contea del Falcone, Lodi: “La Leggenda del Castello” di Elena e Gabriella Aguzzi. Prenotazioni: info@conteadelfalcone.com
5 marzo, Torre del Naviglio, Milano: “I Delitti di Manor House” di Elena e Gabriella Aguzzi
30 aprile, Contea del Falcone, Lodi: “Tequila surprise” di Gabriella Aguzzi
Per info: gabriaguz@fastwebnet.it www.murderparty.it

partecipate e tornate a raccontarcelo!!