Ad Agrigento si gioca? Organizziamoci e giochiamo --> GiocAGrigento!

25 giugno 2014

ad Etna Comics 2014 il Cimento di Paolo Mori

Paolo Mori, collaborato da Spartaco Albertarelli, ha portato il suo Cimento ad Etna Comics.
Il cimento è una gara (non strettamente competitiva) in cui si cercano degli stimoli per iniziare a creare un nuovo gioco, Paolo l'ha impostato come un vero e proprio gioco da tavolo in cui la meccanica principale era il DRAFTING (ogni giocatore sceglie un cartellino per se, il cartellino non sarà più disponibile per tutti gli altri).
Nella foto potete vedere i post it con le scritte sopra, mentre Paolo li prepara.


In ogni post it c'è un vincolo, perché si inventa meglio quando ci si impone qualche vincolo: numero di giocatori, destrezza, piazzamento, sbarco in Normandia, zoo, calcio ... giusto per dirne alcuni.
Dopo la scelta tutti ci aspettavamo qualche altra dritta, ci aspettavamo di essere, in qualche modo, imboccati dai due ospiti, ... invece no: ci hanno lasciati li a pensare, a rimuginare, a scrivere ed a creare ... perché la creatività si esercita in solitaria (forse). Comunque si sono allontanati dal nostro momento creativo, ma sono rimasti a disposizione per eventuali domande.
Non c'è stato il tempo per fare le domande: dovevamo creare! c'era l'esigenza di creare qualche cosa e così l'abbiamo fatto. Pare incredibile, ma tutti i partecipanti hanno creato qualche cosa, hanno inventato il loro gioco! Gianluca e Pippo che lo avevano già fatto, ma anche Luciaa che non l'aveva mai fatto prima, tutti!

 La giuria era formata dallo stesso Paolo e dal generoso Spartaco che ha messo in palio una copia del suo gioco Dice Run, vinto da Valerio (vi ricordate Valerio?). Valerio doveva creare un gioco di destrezza con ambientazione Sbarco in Normandia, per 6+ giocatori.
Sembrava un'impresa, ce l'ha fatta e per questo ha meritato la vittoria. Bravo Valerio! Hai tutta la mia invid... stima!

Il bello di impostare così il cimento è che ci hanno spinti (a noi che già proviamo ad inventare, ma anche a quelli che non avevano mai provato) su terreni non battuti.
Spinti oltre i confini del classico, noto e rassicurante worker placement, senza alcuna certezza, come potremmo reagire? devo dire bene.
Adesso però vado a sistemare il mio gioco di piazzamento tessere e steccati, senza plancia, per un solo giocatore!

Certe cose, o stavi ad Etna Comics, oppure te le sei perse e basta!