Ad Agrigento si gioca? Organizziamoci e giochiamo --> GiocAGrigento!

30 giugno 2008

glak gneu glak gneu glak quinto piano

glak gneu glak gneu glak gneu
Stanotte quell'ascensore non concedeva nessuna tregua agli inquilini di via Pola, 28.
Il tonfo del portone fa tremare tutti gli infissi. glak gneu glak gneu glak gneu piano terra.
glak gneu glak gneu glak gneu glak quinto piano, da quella coppia che si è trasferita qui il mese scorso.
glak gneu glak gneu glak terzo piano. Ora l'ascensore si ferma, per la tromba delle scale si sentono voci concitate che, nella loro agitazione, cercano di non disturbare troppo il vicinato. Ma quell'ascensore è terribile! Non concede tregua.
glak gneu glak gneu glak gneu glak quinto piano, Ma che avranno da fare stanotte? Un altro trasloco?
Al diavolo, Salvatore Scantura accese la televisione aspettando che finissero tutti quei movimenti.
glak gneu glak gneu glak gneu piano terra, seguito da un nuovo tonfo del portone. Scantura pensò che l'odissea fosse finita e sprofondò la testa nel cuscino.
glak gneu glak gneu glak gneu glak quinto piano. glak gneu glak gneu glak gneu piano terra. Impossibile dormire.
Scantura si alzò e guardò fuori dalla finestra, attraverso le persiane socchiuse per fare passare un filo d'aria in questa notte piena d'afa oltre che di rumori. Quelli del quinto piano, ma come si chiamano? bho, quelli stanno caricando qualche cosa in macchina ... ma è questa l'ora di fare traslochi? Partenze intelligenti forse, ma chi le fa? non può essere. Sono solo due scemi che non fanno dormire nessuno questa notte. Tornò a letto.
Scantura non volle più alzarsi dal letto, ma l'ascensore continuava su e giù. Iniziò a contare i rumori che produceva. glak. gneu. e poi un rumore diverso quando passava per il quarto piano. Contando si addormentò.
L'indomani si svegliò come se non avesse dormito, si affacciò a guardare attraverso le persiane e vide un'auto dei Carabinieri posteggiata sotto casa. Non ci fece caso. Uscì di casa alle 8 in punto, ma fece le scale a piedi perché l'ascensore, il dannato ascensore, era bloccato. Arrivato nell'atrio al piano terra vide i carabinieri che parlavano con alcune persone, lo notarono subito. lui continuò a camminare andandogli incontro e passando diede un'occhiata veloce dentro l'ascensore, attraverso le porte aperte.
Notò le strisciate rosse lasciate sullo specchio e ricordò. Primo piano, terzo piano, quinto piano. Pensò che quei rumori li avrebbe ricordati a lungo.